Minimalismo perfetto

sabato 11 novembre 2017, Santa Matilde di Hackeborn
Translation in English available.

Novembre è certamente periodo di nebbie in Val Padana; e, se non c’è la nebbia, può esserci una foschia piuttosto densa. Essa inizia a diradarsi man mano che il fondo valle sale di quota, dunque se a Riva del Garda è ormai molto leggera, a Torri del Benaco può essere ancora sensibile. Può essere quella via di mezzo che crea un’atmosfera interessante al tramonto, colorando intensamente l’aria di arancione. Ecco perché mi sono diretto proprio da queste parti: qui, a Garda paese, dove il lago si allarga e l’altra riva si allontana, la foschia nasconde completamente l’orizzonte, dilatando i confini del lago fino a farlo diventare un’oceano. L’acqua è appena increspata, dunque riflette perfettamente il colore del cielo e se ne distingue appena; di fatto sembra tutto fluttuare nel vuoto. Basta cercare una barca con un pescatore che si sta attardando per ottenere un perfetto scenario minimalistico.

Ma sul lago, da qualche parte, c’è sempre un po’ di vento. Ecco che, al largo, increspa le acque e, rompendo il riflesso del cielo, quelle si scuriscono; giusto per creare una sottile linea all’orizzonte, che perfeziona il tutto.

Altre foto nella stessa sessione.

Sony α6300 + FE 70-200mm F4 G OSS @ 200 mm, 1/500 sec @ ƒ/8, +1.00 EV, ISO 100, hand-held.

Pescatore sul Lago di Garda.